FROTTAGE NEL BOSCO

La tecnica del frottage fu riscoperta in età moderna dall’artista surrealista Max Ernst, nonostante abbia origini nella Grecia classica per la copia dei bassorilievi. Questa modalità artistica consente molta libertà di sperimentazione e si basa principalmente sullo sfregamento della superficie dopo aver poggiato un foglio di carta al di sopra di essa. È un gesto molto semplice ma dal grande potenziale artistico! I bambini verranno invitati ad osservare la natura circostante, a relazionarsi con essa e ad osservare la multiformità delle superfici che li circondano. In natura esistono infatti moltissimi tipi di superfici e possibili texture da poter trasferire con l’ausilio di gessetti, grafite o pastelli a cera. Le foglie, la corteccia degli alberi, le pietre o le venature della legna tagliata sono ottimi elementi per cominciare a prendere confidenza con questa tecnica. Si tratta di un’attività di tipo plurisensoriale (guardare, toccare, annusare, ascoltare..) dove ognuno avrà la possibilità di creare un prodotto frutto della propria ricerca individuale. La caccia alla texture è un’attività molto divertente che stimola i bambini a guardarsi intorno con maggiore attenzione e curiosità. Per favorire la stimolazione dell’atto di guardare, verrà introdotta tra i bambini il corretto utilizzo di una lente di ingrandimento. All’interno di questo contesto, il bambino può scoprire e leggere la realtà attraverso una metodologia di ricerca che farà propria in quanto sarà libero di studiare gli elementi che più lo interesseranno. Il laboratorio didattico si svolgerà nella seguente modalità:

  1. Breve introduzione della maestra; con l’ausilio della lente di ingrandimento i bambini osserveranno la natura con maggiore curiosità
  2. Ai bambini verranno consegnati i pastelli a cera, un foglio A4 e un cartoncino bianco con applicate delle foglie di vario tipo. Verrà mostrato loro come ottenere, in rilievo, il disegno della foglia
  3. In un secondo momento ai bambini verrà chiesto di guardarsi intorno, di osservare la natura, di toccarla, sentirla e odorarla. Si cercheranno le cortecce degli alberi o si raccoglieranno le foglie per creare nuove texture in nuovi fogli
  4. La fase finale dell’attività riguarda la combinazione di più texture naturali con colori diversi (questa fase è pensata per i bambini dai 3 anni in su)

Obbiettivi del laboratorio:

  • Aiutare il bambino a condurre una ricerca grafica personale
  • Familiarizzare con la tecnica e gli strumenti del frottage
  • Incentivare lo sviluppo dello spirito d’osservazione
  • Sviluppare la capacità di percezione attraverso i sensi
  • Creare una combinazione tra le varie texture
  • Durata

    90′

  • Partecipanti

    Max 23 bambini

  • Età

    2 – 6 anni